Invecchiamento cutaneo: perché accade e cosa fare

Invecchiamento cutaneo: perché accade e cosa fare

L’invecchiamento cutaneo è un problema che affligge tutte le donne. Ecco a cosa è dovuto e cosa puoi fare per contrastarlo

Si parla tanto di invecchiamento cutaneo e, in tanti, propongono rimedi miracolosi per far sparire le rughe. Miracoli non se ne possono fare, ma si può comunque agire per ritardarne la comparsa e per attenuarle.

L’idea che la pelle invecchia con l’avanzare dell’età è una cosa che non piace a nessuno. Ti guardi allo specchio e vedi le prime rughe e i segni d’espressione più marcati. Tranquilla, è tutto normale, è il naturale ciclo della vita. In compenso però hai una maggiore consapevolezza, più esperienza, sei più sicura di te stessa, hai quella pace interiore che a 20, 30 anni, quasi sicuramente, non avevi. Sei bella per questo, forse anche più di prima.

In ogni caso non vuol dire che non devi prenderti cura di te e della tua pelle: è il tuo modo di amarti, di stare bene ancora di più con te stessa!

Perché la pelle invecchia

L’invecchiamento cutaneo è dovuto a fattori genetici e ad altri esterni, come il fumo, l’esposizione eccessiva al sole, lo stress e le variazioni ormonali. Già dai 20 anni, infatti, la produzione di elastina e di collagene iniziano a diminuire, la rigenerazione cellulare si riduce e la pelle appare meno luminosa e giovane. Inizi a notare qualche ruga, un incarnato non uniforme e disidratazione.

La formazione delle prime rughe inizia ad essere visibile, però, a 30 anni: i continui movimenti del viso contribuiscono alla comparsa dei segni di espressione sulla fronte, ai lati della bocca e tra le sopracciglia. Questo perché la pelle perde la sua naturale capacità elastica.

Intorno ai 40 anni i segni del tempo cominciano ad essere più evidenti. Fattori ambientali, raggi UV, inquinamento, smog, liberano i radicali liberi, i quali attivano gli enzimi che contribuiscono alla distruzione dei principali componenti del derma, elastina, collagene, acido ialuronico, peggiorando la situazione. A 50 subentrano ulteriori fattori, legati soprattutto alla menopausa, e l’aspetto del viso si modifica in maniera più evidente.

Rimedi per le rughe

Per contrastare i segni del tempo, è importante prima di tutto condurre uno stile di vita sano: seguire un’alimentazione equilibrata con più frutta e verdura, non fumare, fare sport ed esporsi al sole con moderazione, proteggendo sempre la pelle con una protezione solare. Utilizzare, poi, una buona crema antirughe aiuta sia a prevenire, che a combattere l’invecchiamento della pelle.

La Crema viso Antirughe Apollinea è un’emulsione composta da siero di latte d’asina, bava di lumaca concentrata e altri principi attivi, capace di nutrire e rigenerare la pelle, riducendo i segni del tempo e donandole un aspetto levigato, luminoso e sano. È un trattamento naturale adatto a tutti i tipi di pelle, anche quelle più sensibili, perché i prodotti sono privi di conservanti chimici, oli minerali, parabeni, PEG o SLS.

Lo studio clinico ha dimostrato che la Crema viso antirughe Apollinea, usata quotidianamente, aumenta l’elasticità e l’idratazione cutanea e contrasta l’invecchiamento, bloccando il rilascio dei radicali liberi e favorendo la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico. Inoltre, svolge un’azione barriera, proteggendo la pelle dagli agenti esterni.


Ti potrebbe interessare: Pelle liscia e luminosa: i segreti per averla perfetta

Già dall’adolescenza bisognerebbe usare una crema idratante per evitare la disidratazione, che è responsabile della comparsa delle prime piccole rughe e dei segni d’espressione. Dopo i 30 anni, poi, è bene iniziare a usare anche un prodotto antirughe che stimola l’attività di rigenerazione cellulare, ritardando i segni dell’invecchiamento.

Scrivici su Whatsapp
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, siamo disponibili per qualsiasi domanda.