Radicali liberi: perché sono causa di invecchiamento precoce

Radicali liberi: perché sono causa di invecchiamento precoce

I radicali liberi sono molecole instabili che possono provocare uno stress ossidativo, causando danni alle cellule, invecchiamento precoce e comparsa prematura di rughe e macchie

I radicali liberi sono sostanze di scarto eliminate da ogni singola cellula del corpo. Si tratta di molecole instabili, particolarmente “reattive” poiché presentano un elettrone libero che cerca stabilità rubandone uno a un atomo o legandosi ad altri radicali liberi.

La molecola colpita a sua volta diventa instabile e si genera una reazione a catena, creando un disequilibrio: si avvia così il processo di ossidazione. L’azione nociva dei radicali liberi è bloccata dalle sostanze antiossidanti.

Se l’equilibrio non è ristabilito dalle sostanze antiossidanti, si crea il cosiddetto stress ossidativo.

I radicali diventano, così, nocivi e pericolosi per l’organismo perché accelerano il fisiologico invecchiamento cellulare e favoriscono patologie infiammatorie o degenerative.

Come si formano i radicali liberi

Come già detto, per contrastare l’azione dei radicali liberi, il nostro organismo produce antiossidanti. Sono, dunque, sempre presenti nel nostro corpo. Lo sbilanciamento tra antiossidanti e radicali liberi, in favore di questi ultimi, determina, come già detto, uno stress ossidativo. Si verifica, quindi, un eccesso di radicali liberi.

Una buona parte della produzione di radicali liberi avviene dall’interno, come conseguenza del metabolismo corporeo e della respirazione. L’aumento della produzione può essere, però causata da altri fattori, come lo stress psico-fisico, un’eccessiva produzione di adrenalina, dieta ricca di proteine e grassi, fumo, assunzione di droghe.  A questi si uniscono una serie di fattori esterni, come smog, inquinamento e raggi UV.

I danni dello stress ossidativo e l’invecchiamento cutaneo

I radicali liberi producono un danno a livello cellulare che si manifesta lentamente nel tempo e può portare anche a malattie degenerative (sclerosi multipla, Alzheimer, Parkinson), patologie cardiovascolari (ischemia, infarto, ictus), e patologie infiammatorie (bronchite cronica, artrite reumatoide, asma, dermatite, cancro).

L’aumento dei radiali liberi comporta, inoltre, l’invecchiamento delle cellule e dei tessuti, quindi invecchiamento precoce, e la comparsa prematura di rughe e macchie.


Ti potrebbe interessare: Invecchiamento cutaneo: cos’è e come prevenirlo

In una situazione di stress ossidativo i radicali liberi sono molto dannosi per la pelle, perché danneggiano le cellule responsabili di sostanze come collagene, elastina e acido ialuronico. La produzione di queste sostanze diminuisce naturalmente con il passare del tempo, ma lo stress ossidativo contribuisce a causare  l’invecchiamento precoce della pelle con il conseguente sviluppo di linee sottili e rughe.

Come contrastare i radicali liberi

L’organismo ha, così, sviluppato un meccanismo di difesa verso queste sostanze, costituito da molecole in grado di legarsi, inattivandoli. Sono gli antiossidanti, i migliori alleati per mantenere il corpo in salute e la pelle giovane.

Per contrastare la formazione in eccesso di radicali liberi basta seguire alcune semplici buone abitudini. L’alimentazione è fondamentale nell’azione di contrasto ai radicali liberi. Bisogna mangiare sano, rispettare una dieta equilibrata che privilegi frutta e verdure fresche, limitando il consumo di grassi e gli eccessi di proteine. Il consumo specifico di antiossidanti come il tè verde o il melograno può aiutare, così come l’assunzione di integratori per potenziare il sistema immunitario.

Anche una sana e regolare attività fisica, senza eccessi, può essere di aiuto. È importante, poi, evitare l’interazione con elementi che ne causano l’aumento, come il fumo, i farmaci (uso eccessivo), l’esposizione eccessiva ai raggi UV e all’inquinamento.


Ti potrebbe interessare: Rughe e macchie: i danni causati dallo smog

I prodotti cosmetici assumono un ruolo importantissimo nel trattamento della pelle. I principi attivi presenti all’interno sono studiati specificatamente per proteggere la cute e contrastare il processo di invecchiamento.

Una buona crema antirughe, abbinata ad un siero, può aiutare a prevenire e combattere le rughe, donando alla pelle un aspetto più sano, tonico ed elastico. È importante scegliere quelle in grado di agire realmente e che non contengano sostanze dannose, come parabeni, petrolati e siliconi.

La Crema Antirughe Apollinea

La Crema Antirughe Apollinea è un prodotto cosmeceutico, con benefici simili ai farmaci. Contiene, infatti, solo principi attivi efficaci che assicurano tempi rapidi di risposta e un risultato molto naturale, senza provocare effetti collaterali.

È un prodotto completamente naturale, 100% made in Italy e certificato. Uno studio clinico ha valutato l’efficacia: se usata regolarmente riduce in 40 giorni le rughe fino al 60% ed ha una forte azione elasticizzane e idratante.

Questa particolare emulsione è composta per il 40% da siero di latte d’asina, il 20% da bava di lumaca concentrata (senza aggiunta di acqua), burro di karité, olio di mandorle dolci, vitamina E (un potente antiossidante) e altri principi attivi.

Tutte queste sostanze hanno la capacità di penetrare negli strati profondi della pelle e agire realmente, rinnovandola e stimolando le sue azioni vitali. Stimola, inoltre, la produzione di collagene ed elastina.


TI POTREBBE INTERESSARE: BAVA DI LUMACA, L’ALLEATO PREZIOSO PER UNA PELLE GIOVANE E BELLA

Utilizzando la Crema Antirughe Apollinea, i risultati sono evidenti già dopo pochi giorni: è possibile notare un aspetto più sano e luminoso e dopo 30/40 giorni, come già detto, anche le rughe si riducono notevolmente.

Per completare la skincare antirughe Apollinea propone anche il Siero Acido Ialuronico Puro, il Contorno Occhi alla Bava di Lumaca e la Crema Schiarente Antimacchie alla Bava di Lumaca, capace di attenuare e prevenire le macchie scure della pelle, anche quelle legate all’età.

×