Idratare la pelle dopo l’estate: ecco come

Idratare la pelle dopo l’estate: ecco come

Il caldo, la salsedine, il cloro e il sole possono contribuire a rendere la cute opaca e disidratata. Idratare la pelle è importante per mantenerla in salute e per contrastare l’invecchiamento cutaneo

La bella stagione è ormai agli sgoccioli e potrebbe lasciare, oltre ai bei ricordi, la pelle secca: per questo è importante idratare la pelle correttamente dopo l’estate.

Il viso è uno dei punti più delicati in assoluto, poiché qui la pelle è più sottile e sensibile che in altre aree del corpo, ma anche le gambe sono spesso colpite da secchezza cutanea.

Il caldo, la salsedine, il cloro e il sole possono contribuire a rendere la cute opaca e disidratata e, inoltre, il rischio per l’invecchiamento cutaneo aumenta perché il sole accelera la produzione dei radicali liberi. Si formano, così, macchie e rughe, la pelle si assottiglia, diventa più fragile, perde tonicità e consistenza. Ecco perché è fondamentale intervenire.

Perché è importante idratare la pelle

Idratare la pelle è importante per mantenerla in salute e per contrastare l’invecchiamento cutaneo. Non parliamo, però, solo del viso, ma anche di mani, braccia e gambe che hanno bisogno di una buona dose di idratazione quotidiana.

Idratare significa ristabilire l’equilibrio idrico della pelle, che appare secca quando c’è mancanza di acqua sulla sua superficie.

Non si tratta quindi di aggiungere acqua, ma di aiutare la pelle a trattenere il livello idrico di cui è naturalmente fornita. Il corpo umano è costituito per il 70% da acqua che ha, quindi, un ruolo fondamentale sul benessere e la bellezza della pelle. Questa è costituita da tre strati principali: epidermide, derma e ipoderma. Ognuno svolge una funzione specifica, anche per quanto riguarda l’idratazione.

Il derma, che è lo strato intermedio, racchiuso tra il sottostante ipoderma e lo strato più superficiale epidermide, contiene la gran parte delle riserve di acqua dell’intera cuteQui ci sono i fibroblasti, cellule importanti per sintetizzare collagene ed elastina, che danno tonicità ed elasticità alla pelle, e acido ialuronico, fondamentale per l’idratazione cutanea perché in grado di legare grandi quantità d’acqua.


Ti potrebbe interessare: Pelle secca gambe: come idratarle

La corretta idratazione dell’epidermide, lo strato più esterno, dipende dalla capacità delle cellule presenti nel derma di trattenere l’acqua. Le molecole di acqua migrano, infatti, dal derma verso la superficie cutanea, andando a preservare l’idratazione dello strato corneo, che riveste l’epidermide.

Molte creme impediscono la naturale dispersione del vapore acqueo, tramite l’utilizzo di prodotti occlusivi, come ad esempio la paraffina. L’idratazione è di breve durata, in quanto dato dalla mancata traspirazione della pelle.

Come idratare la pelle

Non importa se si ha una pelle secca, grassa o sensibile: l’idratazione è importante per qualsiasi tipo di pelle. Per idratare la pelle al meglio è importante agire sia per via interna che per via esterna, attraverso cosmetici appositamente formulati per offrire adeguata e prolungata idratazione.


Ti potrebbe interessare: Pelle grassa: è importante idratarla?

Ecco alcuni consigli utili per idratare la pelle dall’interno e all’esterno

  1. Mangiare frutta e verdura fresca

L’idratazione arriva anche da ciò che si assume durante la giornata. Per idratare la pelle bisogna partire dall’interno, inserendo nella propria alimentazione giornaliera frutta e verdura fresca, anche sotto forma di centrifugati energetici. In particolare, albicocca, melone, mela, miele, olio d’oliva, cetriolo: con questi cibi non solo si idrata l’organismo, ma anche la pelle. Ma è bene consumare pure peperoni, insalata, zucchine, anguria, pesche, pomodori e anguria.

  1. Bere tanta acqua

Bere 1,5 -2 litri d’acqua al giorno è una cura di bellezza che andrebbe seguita tutto l’anno. In estate ad avere sete è tutto l’organismo, pelle compresa, che è più esposta al rischio di disidratazione, a causa della maggiore sudorazione. Meglio bere acqua a temperatura ambiente.

  1. Seguire una corretta beauty routine

Per idratare la pelle anche durante la stagione estiva è importante seguire sempre una corretta beauty routine, al mattino e alla sera. Ricordiamo che si compone di diversi passaggi, che vanno dalla detersione del viso, all’applicazione di un tonico, del siero e poi della crema viso antirughe, per completare la corretta cura della pelle. A questo va aggiunta anche l’idratazione del corpo con una crema delicata e dalla texture leggera.


Ti potrebbe interessare: Acido ialuronico: proprietà e benefici per la pelle

  1. Utilizzare un siero a base di acido ialuronico

L’acido ialuronico è una molecola prodotta naturalmente dal nostro organismo. Presente nella nostra pelle, favorisce la produzione del collagene e la mantiene turgida, elastica e idratata. A livello superficiale, è in grado di formare una pellicola che impedisce la dispersione dell’acqua, mantenendola perfettamente idratata. Oltre ad essere utilizzato come siero sotto la normale crema viso, può essere usato sotto la crema solare quando si va al mare, poiché aiuta a prevenire rughe e la disidratazione, aiutando a contrastare l’invecchiamento cutaneo provocato dai raggi UV.

Ecco i prodotti giusti per mantenere la tua pelle idratata

Le offerte del mese di Apollinea

Ecco le offerte sulla linea di cosmetica naturale:

-27%
KIT
Il prezzo originale era: 109,80 €.Il prezzo attuale è: 79,90 €.
-20%
Il prezzo originale era: 99,90 €.Il prezzo attuale è: 79,90 €.
-26%
Il prezzo originale era: 34,90 €.Il prezzo attuale è: 25,90 €.
×